BANDO DI CONCORSO PREMIO PER TESI DI LAUREA “WASTE: OPPORTUNITY AND CHALLENGES” II edizione – anno 2017-2018

Il CdA ha  approvato  il nuovo bando Waste: Opportunity and Challenges

Ha un doppio valore il premio per le tesi di laurea dedicate alla gestione dei rifiuti, istituito dal Covar14 per riconoscere il valore degli studi sul tema dei rifiuti e aprire un canale di collaborazione con il dipartimento di Igiene Ambientale del Politecnico di Torino.

In concorso ci sono un premio da 1.000 euro e uno da 500 euro, destinati a tesi di laurea magistrale/specialistica in area tecnico-scientifica, discusse presso atenei piemontesi da non più di 18 mesi della candidatura al concorso e che abbiano ottenuto almeno 100/110 come valutazione finale.

I temi della tesi dovranno riguardare: la gestione e post conduzione delle discariche, la tariffazione rifiuti, i sistemi di raccolta differenziata.

Un valore aggiunto avranno le tesi con contenuto e approccio innovativo riferite alle attività del consorzio.

La presentazione delle candidature scade l’1 giugno 2018 e la premiazione è fissata per settembre 2018, nella sede di Carignano. Le candidature vanno presentate on line all’indirizzo servizi@covar14, o su cd-rom da inviare via posta raccomandata, con ricevuta di ritorno, a Consorzio Valorizzazione Rifiuti 14, via Cagliero 3/I, 10041 Carignano (To).

Con la tesi, la domanda di partecipazione dovrà contenere un abstract (massimo 4 facciate) in formato pdf, una breve lettera di accompagnamento del docente che ha seguito la stesura dello studio, il curriculum vitae redatto in formato europeo, il modulo di accompagnamento preimpostato e pubblicato sul sito internet, all’indirizzo www.covar14.it. Sullo stesso sito saranno pubblicati i lavori premiati.

La commissione di valutazione è composta da esponenti del Covar14: il presidente dell’Assemblea dei sindaci e un rappresentante del Consiglio di Amministrazione designato dal presidente, il responsabile dell’area servizi ambientali e il responsabile dell’area tecnica impianti, affiancati da docenti universitari e professionisti con competenze specifiche.

Letto 892 volte