Archivio

Fiori & Vini getta un ponte tra ambiente e sociale

Covar14 e richiedenti asilo di Carignano collaborano per la raccolta differenziata

Un filo verde unisce due grandi temi dei nostri giorni: accoglienza dei migranti e rispetto per l’ambiente, che dialogano a Carignano, sabato 13 e domenica 14 maggio, in occasione di Fiori & Vini, una delle manifestazioni di punta organizzate dal Comitato Manifestazioni Carignano e supportata dal Covar14 per tutti gli aspetti legati alla gestione dei rifiuti. La collaborazione, rafforzata quest’anno, fa di Fiori & Vini la prima ecofesta riconosciuta dal consorzio. Un valore sociale amplificato dal coinvolgimento di 8 richiedenti asilo, ospitati in città dall’associazione TraMe e coinvolti nella festa a supporto degli organizzatori. Oltre a collaborare a montaggio e smontaggio degli stand, i giovani stranieri partecipano alle attività a favore della raccolta differenziata.

“E’ una partecipazione che ha un doppio valore - commenta Leonardo Di Crescenzo, presidente del CdA Covar14 - Da una parte serve all’associazione e a questi ragazzi, per avvicinarsi alla città e dimostrare la loro volontà di inserirsi ed essere utili. Dall’altra parte serve a noi per dimostrare a loro, che vivono sul territorio, quanto è importante fare la raccolta differenziata, che nei loro paesi non è un’abitudine. Questo aspetto ha rilevanza per tutti, perché la riduzione della quantità di rifiuti prodotti e la crescita della sensibilità, verso questi argomenti, passano dal comportamento individuale di ogni persona che frequenta le nostre città, che si tratti di residente, turista o ospite”.

Sabato e domenica i giovani stranieri collaborano con gli animatori di Achab Group e della cooperativa Erica, le due realtà che seguono la campagna di informazione delle ecofeste per il Covar14. Ai tecnici esperti, nei due stand allestiti nel parco di Villa Bona e in piazza Liberazione, sarà possibile rivolgersi per fare quattro chiacchiere sulle buone pratiche del riciclo, per avere informazioni e manifestare dubbi e avere chiarimenti. I nuovi “testimonial” invece, riconoscibili grazie alle magliette bianche con gli smile contro l’abbandono dei rifiuti, affiancheranno gli animatori e distribuiranno il materiale informativo dedicato alla raccolta differenziata.

Già nota per il suo coinvolgente programma, con le creazioni artigianali degli espositori, le degustazioni e gli assaggi enogastronomici di vini ed eccellenze regionali, gli eventi culturali e il trionfo di verde e colore floreale, la 24esima edizione della mostra mercato assume ancor più lustro con la sua nuova eco sostenibilità, caratterizzata da isole ecologiche dislocate in punti strategici e presidiate, ripartizione accurata e puntuale dei diversi tipi di rifiuti nel cassonetto giusto, recupero dell’olio usato e riciclabile, preferenza data alle bottiglie in vetro con vuoto a rendere, scelta di vino sfuso e acqua servita in caraffe sui tavoli, uso di vassoi riutilizzabili per il servizio.

Il Covar14, oltre a fare comunicazione per sensibilizzare i partecipanti, opera sul campo, potenziando i passaggi di svuotamento dei cassonetti, domenica e lunedì mattina, e la pulizia straordinaria delle aree ecologiche con gli operatori della ditta incaricata della raccolta.

L’invito rivolto a tutti è quello di cercare le isole ecologiche e dividere i rifiuti nel cassonetto giusto, di non gettare carta, cicche di sigarette, piccoli scarti a terra e di collaborare con i volontari del Comitato Manifestazioni Carignano che, per primi, hanno aderito alla proposta del Covar14 per trasformare i loro eventi in feste anche per l’ambiente.