Archivio

Gare telematiche per il Covar14

Dal primo febbraio sarà attiva la piattaforma digitale dell’ente

Sarà attiva da venerdì 1 febbraio 2019 la “Piattaforma digitale per la gestione degli Elenchi Informatizzati e delle Gare Telematiche di Co.Va.R. 14”, strumento informatico cui dovranno fare riferimento tutti i fornitori dell’ente, ovvero le realtà che intendono partecipare all’affidamento di servizi.

Come previsto dall’art. 22 della Direttiva 2014/24/EU sugli appalti pubblici, recepita dall’art. 40, del D.Lgs. n. 50/2016, il 18 ottobre 2018 è scattato l’obbligo di utilizzo dei mezzi di comunicazione elettronici nello svolgimento di procedure di aggiudicazione. 

Gli operatori economici che intendono iscriversi negli elenchi professionali, o come ditte esecutrici di lavori pubblici, devono effettuare la registrazione alla piattaforma, richiedere l’abilitazione agli albi e partecipare alle gare.
L’indirizzo che collega all’area pubblica del consorzio, che non sarà attiva prima della data indicata, è https://covar14.acquistitelematici.it/.

Una procedura guidata consentirà di abilitare le credenziali necessarie ad entrare, da qui, nell’area riservata, da cui sarà possibile partecipare immediatamente a una “Procedura telematica aperta” oppure proseguire con le fasi di qualificazione agli “Elenchi informatizzati”.

La partecipazione alle “Procedure negoziate” è consentita esclusivamente agli operatori abilitati in questi elenchi. La norma nazionale, infatti, stabilisce che “1. Le comunicazioni e gli scambi di informazioni nell'ambito delle procedure di cui al presente codice svolte da centrali di committenza sono eseguiti utilizzando mezzi di comunicazione elettronici ai sensi dell'articolo 5-bis del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, Codice dell'amministrazione digitale” e che “2. A decorrere dal 18 ottobre 2018, le comunicazioni e gli scambi di informazioni nell'ambito delle procedure di cui al presente codice svolte dalle stazioni appaltanti sono eseguiti utilizzando mezzi di comunicazione elettronici”.

Le piattaforme elettroniche di negoziazione garantiscono il rispetto dell’integrità dei dati e la riservatezza delle offerte nelle procedure di affidamento. L'entrata in vigore della norma fa sì che, per le procedure negoziate sotto soglia comunitaria, lo scambio di comunicazioni in modalità elettroniche con i fornitori sia già possibile grazie al mercato elettronico di Consip. Per le procedure ordinarie invece e, comunque, quando non è possibile utilizzare il MEPA- Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione, le stazioni appaltanti devono dotarsi di una piattaforma di e-procurement o delegare la gara a una Centrale di Committenza Qualificata o altro soggetto aggregatore di riferimento.

Non saranno prese in considerazione manifestazioni di interesse presentate seguendo procedure diverse (invio di curriculum o brochure via mail, posta, contatti telefonici…).