Archivio

Progetto scuole covar 2016/2017

logo1

OGGETTO: PROPOSTA DIDATTICA COVAR 14 ANNO SCOLASTICO 2016-2017- LA DIFFERENZA SI (RI)FA A SCUOLA!

Anche per l’anno scolastico 2016-2017 CO.VA.R. 14 con la collaborazione di Achab Group, ditta aggiudicataria della gara d’appalto, promuove un progetto educativo rivolto alle scuole primarie e secondarie inferiori del territorio consortile.

Il progetto ha carattere completamente gratuito e permetterà di approfondire le tematiche legate alla raccolta differenziata, approfondendo in particolare i temi legati alla gestione del rifiuto organico (compostaggio domestico, analisi dello spreco alimentare) e, per le secondarie di primo grado, la gestione dei RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche).

Nel dettaglio, il progetto educativo LA DIFFERENZA SI (RI)FA A SCUOLA! offre le seguenti azioni gratuite per gli studenti, previste nei mesi di Febbraio, Marzo, Aprile e Maggio 2017:

A. LEZIONI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE 

Trattasi di lezioni svolte nelle singole classi da un animatore ambientale (adattabili al grado di apprendimento degli studenti) con supporti video e audio (slides, filmati) di 2 ore circa, comprensive di momenti ludici per imparare le regole della raccolta differenziata attraverso il gioco.

SCUOLE PRIMARIE 

1.    La raccolta differenziata: tipologie di rifiuti recuperabili, regole per una buona raccolta differenziata, il riciclo dei materiali; il corso prevede un momento di gioco finale.

2.    Il rifiuto organico e la sua riduzione - lo spreco alimentare. In linea con la legge 166 del 19 agosto 2016, si terrà una lezione contro lo spreco degli alimenti e la conseguente produzione dei rifiuti organicicon riflessione sulle disparità esistenti a livello nazionale ed internazionale nell’accesso al cibo; al termine del corso gli alunni giocheranno a fare una spesa ecosostenibile e contro ogni tipo di spreco.

SCUOLE SECONDARIE DI PRIMO GRADO

3.    Raccolta differenziata e RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche: incentrato sul funzionamento della raccolta differenziata e, in particolare, dei rifiuti “del nostro tempo” quali i RAEE, ovvero dei rifiuti derivanti da apparecchiature elettriche ed elettroniche con analisi del loro ciclo di vita e delle motivazioni per le quali è necessario raccoglierli in modo separato dagli altri rifiuti.

4.    Spreco alimentare: rifiuto organico e spreco alimentare (numeri, come evitarlo, le regole FAO appena diffuse, inquadramento normativo, saper fare la spesa e conservare gli alimenti...).

n.b. Sia per le scuole primarie che per le secondarie è possibile aderire a uno o più percorsi contemporaneamente ( ad esempio una classe primaria potrà scegliere di fare sia il corso generico sulla raccolta differenziata che quello sul rifiuto organico)

B. LABORATORI DI COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Un vero e proprio corso teorico-pratico di compostaggio domestico, della durata di 3 ore  (anch’esso adattabile all’età degli alunni), con apprendimento delle regole ed una dimostrazione “esterna” sul campo (qualora sia disponibile uno spazio esterno) di come si avvia e di quali strumenti occorrono per tale attività.

Il tutto condito da giochi per piccoli e grandi e dalla possibilità di costruire in classe una “mini-compostiera” per sviluppare manualità e creatività.

C .VISITE GUIDATE A IMPIANTI DI RECUPERO E SMALTIMENTO DEI RIFIUTI

(SOLO PER SCUOLE SECONDARIE)

In aggiunta agli interventi presso le sedi scolastiche è prevista la possibilità di richiedere delle visite guidate (della durata di circa 2 ore) presso alcuni impianti di smaltimento/recupero rifiuti del territorio, esclusivamente per scuole secondarie. Indicativamente tali impianti sono stati individuati in:

- Centro di termovalorizzazione del Gerbido (Torino)

- Centri di raccolta consortili di Carignano, Rivalta di Torino, Nichelino

ATTENZIONE! Costi e organizzazione degli spostamenti rimangono a carico delle scuole interessate.

Per aderire alle attività proposte è necessariocompilare il modulo di adesione allegato ENTRO IL 13 GENNAIO 2017 ed inviarlo al n. di fax 041/5845007  oppure all’indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

L’insegnante referente verrà contattato al fine di confermare la partecipazione delle classi iscritte e calendarizzare gli interventi.

D. MOMENTI DI FORMAZIONE PER I DOCENTI, PERSONALE SCOLASTICO, GENITORI RAPPRESENTANTI DEI CONSIGLI DI CLASSE ED ISTITUTO

Al fine di offrire una ulteriore possibilità di approfondimento dell’offerta didattica sono stati previsti alcuni incontri di formazione completamente gratuiti (della durata di circa 2 ore) nel quale sono caldamente invitati docenti, personale scolastico in genere e genitori rappresentanti dei consigli di classe o istituto, che si terranno presso la sede del COVAR14, via Cagliero 3/I, Carignano(sala assemblee) nelle seguenti date:

 

- martedì 10 gennaio 2017 dalle ore 17 alle ore 19

- martedì 17 gennaio 2017 dalle ore 17 alle ore 19

- giovedì 19 gennaio 2017 dalle ore 17 alle ore 19

Il programma di tali incontri prevede: 

- presentazione delle attività didattiche previste 

- approfondimento sul tema raccolta differenziata, riciclo/smaltimento materiali, riduzione, spreco alimentare, Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche 

- nozioni di compostaggio domestico 

L’accesso è libero e gratuito. 

 

PROCEDURA APERTA IN AMBITO EUROPEO PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA RIFIUTI E DI NETTEZZA URBANA NEL TERRITORIO DEL COVAR14 - CONSORZIO DELLA PROVINCIA DI TORINO COMPOSTO DA 19 COMUNI – CODICE CIG 6826229E5C. PROROGA DEI TERMINI DI RICEVIMENTO

Si informa che i termini di ricevimento delle offerte sono prorogati come di seguito dettagliato:

Þ  le offerte dovranno pervenire entro e non oltre il 24/11/2016 alle ore 16.00;

Þ  le richieste di sopralluogo potranno pervenire entro e non oltre mercoledì 16/11/2016 ed effettuate entro e non oltre giovedì 17/11/2016 ;

Þ  le richiesta di chiarimenti dovranno pervenire entro e non oltre le ore 12.00 di mercoledì 16/11/2016 e le risposte saranno pubblicate nella stessa giornata.

Þ  L'apertura delle buste  è fissata VENERDI' 25 novembre alle ore 9.15.

Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti

rana e foglia

Scopri i nostri appuntamenti, vinci i premi e vieni a incontrare lo chef Diego Bongiovanni.

Ti aspettiamo!

Piccoli gesti quotidiani che cambiano la qualità della vita: sono quelli che ci invita a fare la Settimana Europea per la riduzione dei Rifiuti, “kermesse green” che coinvolge tutta Europa da sabato 19 a domenica 27 novembre, con tantissime iniziative organizzate per sensibilizzare cittadini, aziende e istituzioni, a limitare gli sprechi e la produzione dei rifiuti.

Anche a questa ottava edizione, il Covar14 partecipa con un intenso programma di appuntamenti, organizzati con la collaborazione dei suoi Comuni e di alcune realtà commerciali, dedicati al tema cardine della Serr2016: la riduzione dell’impatto ambientale degli imballaggi, tramite la diminuzione, il riuso e il corretto riciclo.

In queste occasioni potresti vincere 1 buono spesa da 100 euro per gli acquisti in un negozio “leggero”, 1 cena per due persone in uno degli eco ristoranti del territorio, 1 copia di ‘Meno 100 chili’, il libro con dvd, firmato da Roberto Cavallo e dedicato al tema rifiuti. Oppure puoi venire a imparare, con lo chef Diego Bongiovanni, gustose ricette preparate con gli avanzi.

Il protagonista della trasmissione “La prova del Cuoco”, in onda su RAI1, condotta da Antonella Clerici, è testimonial degli appuntamenti proposti da Achab Group, per il Covar14, a Beinasco, Rivalta di Torino, Bruino e Piossasco, mentre l’estrazione dei premi è la ciliegina sulla torta nel programma delle iniziative Covar14 organizzate, a cura di Erica Società Cooperativa, in collaborazione con i Comuni di Moncalieri, Piobesi, Trofarello, Candiolo e Nichelino.

Negli “eco chek point”, allestiti all’ingresso di ipermercati e centri commerciali, gli animatori di Erica e di Achab dimostrano ai clienti come è semplice rinunciare alle buste usa e getta e al packaging superfluo, che non serve a contenere o conservare gli alimenti, ma costituisce solo un corredo d’immagine. Chi accetta di “mettersi in gioco” riceve eco borse e gadget con il logo Serr.

A Moncalieri, Piobesi, Trofarello, Candiolo e Nichelino, chi si libera degli imballi gettandoli subito nei cassonetti della differenziata, allestiti accanto allo stand Covar14, può ritirare la cartolina per partecipare al concorso, da compilare sul momento o riconsegnare nella settimana. A fine giornata, gli imballi recuperati sono pesati e valutati, per calcolare quanto materiale sarebbe entrato nelle case per diventare immediatamente un rifiuto.

A Beinasco e Rivalta di Torino, lo chef Diego Bongiovanni incontra i suoi spettatori e gli appassionati della buona cucina. Oltre a dare consigli e gustose idee per valorizzare rimasugli e “scarti”, trasformandoli in ottimi ingredienti e riducendo sprechi e rifiuti, il popolare cuoco televisivo firmerà le cartoline con le semplici ricette consigliate.

 

COVAR E CITTA' METROPOLITANA INSIEME PER PROMUOVERE IL COLLEGATO AMBIENTALE NEI COMUNI CONSORZIATI

rana e foglia

Il 27 novembre c.m si svolgerà presso la sede del Consorzio un incontro rivolto a sindaci, assessori e tecnici comunali per parlare di acquisti verdi nella pubblica amministrazione.

Il Collegato Ambientale, approvato con la Legge n. 221 del 28 dicembre 2015 - Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell’uso eccessivo di risorse naturali - rappresenta un vero e proprio punto di svolta per la diffusione e l’applicazione degli appalti verdi rendendo obbligatorio il Green Public Procurement (GPP)per il 100% degli acquisti che impattano sui consumi energetici e per il 50% (% che crescerà nel corso dei prossimi anni) per tutti gli altri acquisti di beni e servizi.

Il Consorzio COVAR14 promuove il progetto “Adozione e sviluppo del GPP nel territorio di pertinenza del COVAR14”;l’obiettivo del progetto è quello di fornire gli strumenti e le competenze alle Amministrazioni Comunali affinché integrino, in modo sistematico, criteri di natura ambientale nelle loro procedure di acquisto di beni e servizi, affinché questi beni e servizi siano meno impattanti sull’ambiente.

È importante sottolineare che, sul territorio provinciale è già attivo, da più di un decennio, un importante progetto denominato PROTOCOLLO A.P.E. (ACQUISTI PUBBLICI ECOLOGICI (www.cittametropolitana.torino.it/cms/ambiente/agenda21/ape), coordinato dalla Città Metropolitana di Torino, il cui obiettivo è quello di accompagnare le pubbliche amministrazioni e le aziende pubbliche in un percorso di sensibilizzazione, formazione e supporto tecnico teso all’adozione del GPP.

L’azione progettuale che intende portare avanti il Consorzio COVAR 14 è sinergica all’iniziativa del PROTOCOLLO A.P.E. della città metropolitana e intende facilitare il recepimento da parte dei comuni consorziati di quanto previsto dal Collegato Ambientale.

A tal fine sono state realizzate due guide scaricabili dal sito Covar: 

1 "GUIDA PRATICA AGLI ACQUISTI PUBBLICI VERDI PER I COMUNI" 
2 "LINEE GUIDA PER LA RIDUZIONE DEI RIFIUTI E IL MIGLIORAMENTO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA NELLE FESTE PATROCINATE DAI COMUNI" 
La prima fornisce un inquadramento generale sui criteri ambientali che dovrebbero essere integrati nei regolamenti comunali e nelle procedure per l’acquisto di beni e servizi ecologici. 
La seconda indica le regole, per una buona gestione dei rifiuti, che dovrebbero rispettare tutte le associazioni organizzatrici di eventi patrocinati dai Comuni; nelle manifestazioni infatti ci troviamo spesso a raccogliere enormi quantitativi di rifiuti indifferenziati ed è quindi evidente quanto sia necessario vincolare il patrocinio ad una gestione più attenta della raccolta differenziata da parte degli organizzatori.

Sciopero nazionale delle aziende private e pubbliche del Settore Igiene Ambientale Venerdì 21/10/2016 – Comunicazione

Con la presente richiamiamo le disposizioni dell’Accordo 1° marzo 2001 sulla regolamentazione del diritto di sciopero per ribadire che, in base all’art. 8, sono considerate prestazioni indispensabili ai sensi della lg. 146/1990, e successive modifiche, quelle relative a:

-raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani ed assimilati pertinenti a: utenze scolastiche, mense pubbliche e private di enti assistenziali, ospedali, case di cura, comunità terapeutiche (compreso lo spazzamento della viabilità interna), ospizi, centri di accoglienza, orfanotrofi, stazioni ferroviarie, caserme e carceri;

- pulizia (spazzamento, raccolta rifiuti e lavaggio) dei mercati, delle aree dei centri storici di grande interesse turistico mussale;

-   Trasporto, svuotamento dei mezzi di raccolta dei rifiuti derivanti dalle prestazioni   indispensabili;

-   Raccolta siringhe;

-  Ripristino delle condizioni di sicurezza e dell’agibilità stradale a seguito di frane, nevicate, allagamenti….

Le prestazioni sopra elencate dovranno essere garantite, sia pure attraverso il personale strettamente necessario, e gli eventuali disagi dovranno essere recuperati entro 48 ore immediatamente successive e comunque non oltre il 24/10/2016, come disposto dalla Commissione di Garanzia dell’Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali - settore di Igiene Ambientale “Al fine di consentire all’impresa di garantire e rendere nota all’utenza la pronta riattivazione del servizio, al termine dello sciopero i dipendenti sono tenuti a rispettare i tempi e le modalità della ripresa del servizio, così come indicati nella proclamazione dello sciopero. Conseguentemente, non devono essere assunte iniziative che pregiudichino tale ripresa e i dipendenti devono assicurare, anche con il ricorso al lavoro supplementare o straordinario, secondo le norme del CCNL, la disponibilità adeguata a consentire la pronta normalizzazione del servizio. (legge 83/2000).”

 In caso contrario, il Consorzio si vedrà costretto ad applicare le sanzioni per disservizi come da vigente Capitolato.

Siamo a chiederVi, infine, di dare adeguata informazione, circa lo sciopero, alle utenze interessate, attraverso l’affissione di manifesti e la distribuzione di volantini..