Archivio

Ritorno alle buone abitudini

FB generico

Se sei guarito dal SARS COV 19 e hai terminato il periodo di quarantena obbligatoria riprendi a fare la raccolta differenziata!

Separa correttamente tutte le frazioni: carta, vetro, plastica, organico, indifferenziato. Per i rifiuti ingombranti o di altro tipo anche gli ecocentri consortili sono riaperti al pubblico da LUNEDI' 8 GIUGNO con i consueti orari e modalità di accesso per tutte le utenze.

Il rispetto dell’ambiente è fondamentale! Rispettiamolo insieme! Buona raccolta differenziata.

Il progetto scuola è un’araba fenice

Fermato dalla pandemia è rinato in Ecogame, quiz che ha premiato le classi

Buone vacanze e complimenti alle 6 classi che hanno sbaragliato la concorrenza dei compagni e vinto il concorso Ecogame! Anche in questo 2020, che ha tanto cambiato le nostre abitudini, l’anno scolastico è terminato e, con lui, il progetto didattico che Covar14 propone agli studenti di ogni età, per sensibilizzare i cittadini più giovani alla raccolta differenziata.

I decreti governativi, emanati per fronteggiare l’emergenza Covid-19, hanno impedito di svolgere nelle classi, a tu per tu con bambini e ragazzi, i laboratori e le attività previste nel programma di Covar Green Challenge, che a inizio anno aveva ricevuto circa 400 richieste di partecipazione da parte degli insegnanti. I numeri raccontano di 360 adesioni per le attività nelle scuole e 41 visite agli impianti di recupero dei rifiuti: appuntamenti che la chiusura delle scuole, per l’emergenza sanitaria, ha impedito di realizzare.

“Peccato, ma il gradimento riscosso, ogni anno, dal progetto dedicato alle scuole è un segno importante, che lavoriamo nella direzione giusta - considera Leonardo Di Crescenzo, presidente del Consiglio di Amministrazione Covar14 - Come tutti, per il futuro anche noi dovremo ripensare il programma didattico, adeguandolo a quelle che saranno le norme che disciplineranno le attività nelle scuole. Ma non intendiamo certo rinunciare a un’iniziativa importante per sensibilizzare i cittadini più giovani alla buona gestione dei rifiuti. La scelta di non rinunciare, quest’anno, e di sostituire, con una proposta diversa, il lavoro che non era possibile portare avanti, dimostra quanta importanza diamo alla formazione di bambini e ragazzi”.

Adeguandosi alla necessità di rendere virtuale i programmi di studio, Covar14 ha sostituito le attività in aula con un gioco on line, naturalmente dedicato ai rifiuti e rivolto agli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado, dei suoi 19 Comuni.

Una proposta accolta da 81 classi, di 35 diversi istituti scolastici di 13 Comuni del territorio: Beinasco, Bruino, Candiolo, Carignano, La Loggia, Lombriasco, Moncalieri, Nichelino, Orbassano, Piossasco, Piobesi Torinese, Rivalta, Trofarello.

Partecipando a Ecogame gli studenti hanno affrontato più di 90 quiz dedicati a raccolta differenziata, riuso, riduzione dei rifiuti, compostaggio e sprechi, destreggiandosi tra gli oggetti interattivi nascosti negli ambienti di gioco. I punti guadagnati individualmente sono stati accumulati con quelli dei compagni di classe, in un ‘tesoretto’ che ha consentito di scalare la classifica finale.

Il gioco, lanciato all’inizio di aprile, è terminato il 22 maggio 2020, ma il sito https://missioneambiente-covar14.itè attivo e, nella sezione Approfondimenti, contiene informazioni, materiale e video, dedicati ai temi protagonisti dei quiz e del progetto didattico.

Le scuole vincitrici sono state premiate a fine anno scolastico, con cerimonie ‘private’ cui hanno partecipato i dirigenti scolastici, gli insegnanti di riferimento delle classi vincenti e i rappresentanti del Comune sede degli istituti.

Tre le categorie previste: primo ciclo della scuola primaria, secondo ciclo della scuola primaria, scuola secondaria di 1° grado. La classe prima classificata di ciascuna categoria, che ha ottenuto il miglior punteggio medio, ha ricevuto un buono spesa di 300 euro, mentre alla seconda classificata è andato un buono spesa di 150 euro.

Queste le classi in vetta alle classifiche:

Primo ciclo primaria

1° premio classe 1 A scuola Maria Montessori, Moncalieri

2° premio classe 2 A scuola Umberto I, Piossasco

Secondo ciclo primaria

1° premio classe 3 C scuola Beppe Fenoglio, La Loggia

2° premio classe 3 A scuola Cesare Battisti, Moncalieri

Secondaria I grado

1° premio classe 3 C scuola Aldo Moro, Bruino

2° premio classe 1 B scuola Aldo Moro, Bruino

Indicazioni su mascherine e guanti monouso

Ulteriore precisazione su mascherine e guanti monouso utilizzati all'interno delle attività economiche produttive per contrastare la diffusione del contagio da Covid-19 a seguito delle recenti indicazioni di ISPRA e dell'ISS.

Comunicazione dell'Assessosorato all'ambiente della Regione Piemonte

Rapporto ISS Covid-19 n. 26/2020

Documento: I rifiuti costituiti da DPI usati

Dove buttare gli scarti in plastica

FB pausa

Se servi ai tuoi clienti prodotti da asporto serviti in bicchieri di plastica, come caffè e altre bevande, ricorda di posizionare all'esterno della tua attività i contenitori dedicati alla raccolta differenziata di tale materiale. La plastica raccolta andrà poi conferita all'interno del circuito di raccolta differenziata plastica/metalli attivo sul territorio. Importante prestare attenzione alla diversa tipologia di materiale di cui sono costituiti gli imballaggi da asporto: bicchiere in carta > carta e cartone; bicchiere in bioplastica > organico; palettina in plastica > indifferenziato; palettina in legno > organico. Ricordiamo che è consigliato consumare gli alimenti e le bevande da asporto al proprio domicilio o nel luogo di lavoro per evitare ogni forma di assembramento. Grazie per la collaborazione: la #raccoltadifferenziata non si ferma! #rispettalambiente #insiemecelafaremo

Non abbandoniamo i rifiuti nei parchi

FB parchi

Perché abbandonarli a terra? Per mantenere una buona igiene e decoro delle aree esterne non abbandonare a terra mascherine e guanti monouso. Scegli un comportamento maturo e rispettoso per l'ambiente, prediligi soluzioni igienizzanti idroalcoliche ai guanti monouso e l'uso di mascherine lavabili. L'#ambiente va rispettato! #insiemecelafaremo #distanzafisica