Archivio

Controllo compostatori nei cinque Comuni del secondo lotto

Nuove verifiche sul compostaggio domestico

COVAR 14, in collaborazione con i Comuni di Beinasco, Bruino, Orbassano, Piossasco, Rivalta di Torino e i soggetti incaricati dei servizi di raccolta Eta Ambiente, La Nuova Cooperativa e Frassati, promuove una nuova campagna di controllo e sensibilizzazione sul compostaggio domestico, realizzata in sinergia con Achab Group.

Le verifiche coinvolgeranno, a partire dalle prossime settimane, i territori dei Comuni di Beinasco, Bruino, Orbassano, Piossasco e Rivalta di Torino e verranno effettuate da parte di operatori autorizzati presso le utenze che hanno dichiarato di effettuare il compostaggio domestico e godono di uno sconto sulla tariffa.

L’impegno reciproco tra l’Istituzione ed i cittadini prevede infatti il dovere, da parte del Comune, di verificare l’effettiva attuazione del compostaggio del rifiuto organico presso le utenze che dichiarano di effettuare tale pratica, ottenendo la relativa riduzione tariffaria.

Le verifiche saranno preannunciate dall’affissione di locandine informative sul territorio e forniranno un utile supporto tecnico ai cittadini compostatori. I tecnici di Achab Group effettueranno i controlli con l’ausilio di MoniComp, sistema di monitoraggio informatizzato finalizzato a rendere più efficace la gestione dei dati ed il
controllo delle compostiere attive. Abbinando l’apposito tag alle compostiere o ai siti di compostaggio, l’azione di controllo verrà georeferenziata e resa tracciabile nel tempo.

Con il DM Ambiente 26/05/2016, infatti, il Ministero dell’Ambiente ha deciso che si possa tener conto degli effetti di questa pratica anche nel calcolo della % di raccolta differenziata, ma solo nei comuni che possano garantire la realizzazione di un albo compostatori formalizzato, avendo disciplinato l’attività di compostaggio, la sua tracciabilità e l’avvenuto controllo. Il Consorzio COVAR 14 procede dunque in questa direzione con la realizzazione di un albo compostatori on line basato su un metodo innovativo di gestione dei dati di monitoraggio.

Ulteriori iniziative di sensibilizzazione e informazione rivolte a tutta la cittadinanza vedranno la realizzazione di info-point presso gli Ecocentri dei Comuni coinvolti, con il duplice obiettivo di diffondere ulteriormente la buona pratica del compostaggio domestico, efficace per ridurre in modo considerevole la produzione del rifiuto organico grazie all’autosmaltimento, nonché di fornire utili informazioni e ripassare le regole di corretta differenziazione dei rifiuti.

Scarica la locandina dei controlli

Scarica il pdf su come compostare correttamente

24 e 25 luglio ecocentro di Rivalta chiuso per manutenzione

Venerdì 24 luglio e sabato 25 luglio l’ecocentro di Rivalta, in via Avigliana 9, rimarrà chiuso per lavori di manutenzione.

L’impianto non sarà accessibile al pubblico, al personale e ai mezzi delle ditte (per quest’ultime anche nella giornata di domenica) a causa di una serie di interventi urgenti sul passaggio carraio e in tutta l'area dell'ingresso.

Ci scusiamo per il disagio.

Rispetta le regole per tutelare la salute di tutti!

FB ecocentro

Ti ricordiamo che tutti gli Ecocentri sono aperti! Prima di recarti all'Ecocentro, verifica sul sito www.covar14.it le modalità di accesso specifiche per il tuo Comune. Continua a differenziare correttamente i tuoi rifiuti e non abbandonarli per strada... rispetta le regole per tutelare la salute di tutti!"

Food Delivery? Differenzia gli imballaggi correttamente!

FB Food-delivery 3

Food delivery? Questa pratica ormai è ampiamente diffusa perché pratica e sicura! Segui le raccomandazioni dell' Istituto Superiore di Sanità: https://bit.ly/2BNPpp3
Ricordati di differenziare correttamente gli imballaggi che contengono il cibo che ti è stato consegnato. Se puoi, privilegia inoltre piattaforme che utilizzano imballaggi ecosostenibili! L'ambiente si può rispettare anche con piccole azioni!

Rivoluzione Green

FB acquisti-internet

Acquisti online? La pandemia ha contribuito ad incrementare l’e-commerce, aumentando di conseguenza la produzione di imballaggi.

Per dar vita ad una "rivoluzione green" si può dar valore ad una filiera virtuosa, che coinvolga in pari modo aziende e consumatori: scegliamo siti di vendita on line che privilegiano imballaggi leggeri e attenti alla sostenibilità! Scegliamo di fare acquisti dai produttori agricoli del territorio e se possibile a Km0 e senza imballi.

Rispettiamo l’ambiente tutti insieme!