Tariffa puntuale

TARIFFA RIFIUTI: prepariamo il cambiamento

A partire dal 2022 in 6 Comuni serviti dal Consorzio Covar 14 il metodo di calcolo della bolletta dei rifiuti cambierà: verrà infatti introdotto il sistema di tariffazione puntuale (Ta.Ri.p) grazie al contributo erogato dalla Regione Piemonte.

Nei Comuni di Bruino, Piobesi Torinese, Candiolo, Villastellone, Trofarello e Vinovo, per la parte variabile della tariffa rifiuti, si terrà conto del numero di svuotamenti e del volume del contenitore grigio dell’indifferenziato in dotazione per ciascuna utenza, sia singola (es. casa unifamiliare o negozio), sia aggregata, cioè con i contenitori dell’indifferenziato condivisi (es. condomini).

L’obiettivo di questo cambiamento è ridurre la quantità di rifiuti inviati al termovalorizzatore, massimizzando il recupero dei riciclabili, ed introducendo una tariffazione più commisurata al comportamento di ciascuno.

CENSIMENTO CONTENITORI e INSTALLAZIONE TRANSPONDER

Per permettere la graduale introduzione del nuovo sistema, da settembre 2021 personale incaricato munito di tesserino riconoscimento (ditta Teknoservice) si occuperà di abbinare a ciascun contenitore grigio del rifiuto non riciclabile (indifferenziato) un nuovo dispositivo (Transponder RFID UHF).

Dal momento in cui entrerà in vigore la nuova modalità di tariffazione, nei Comuni coinvolti, quando l’utenza esporrà il contenitore per essere svuotato, il transponder sarà rilevato in radio frequenza dal ricevitore dell’azienda di raccolta. Il conteggio finale terrà conto dell’intero volume del contenitore, moltiplicato per il numero di svuotamenti annui. Questo consentirà di associare il rifiuto all’utenza che lo ha esposto.

Cogliendo l’occasione di questa attività anche al contenitore dell’organico sarà abbinato un proprio transponder. Saranno inoltre censiti anche i contenitori delle altre frazioni di rifiuto in dotazione.

COSA FARE?

Le utenze dei Comuni interessati riceveranno una lettera che spiegherà nel dettaglio questa prima fase operativa, che inizierà da Settembre e via via a seguire nelle settimane successive e terminerà entro Dicembre, partendo da Bruino e Piobesi Torinese, a seguire Candiolo e Villastellone, ed infine Trofarello e Vinovo.

E’ importante conservare e tenere a portata di mano la lettera ricevuta che contiene il codice utenza. Nel momento in cui il personale incaricato passerà presso le utenze si richiede di:

  • esporre tutti i contenitori in dotazione su suolo pubblico o comunque in prossimità di esso;
  • fornire all’operatore la lettera ricevuta, al fine della lettura del codice dell’utenza;
  • firmare sul dispositivo dell’operatore la conferma dell’avvenuta associazione tra l’utenza ed i propri contenitori.

ATTENZIONE: Il personale incaricato, munito di tesserino di riconoscimento, non è autorizzato ad entrare all’interno delle abitazioni. E’ sufficiente che i contenitori siano resi accessibili agli operatori su suolo pubblico o all’interno del cortile (limitatamente alle utenze aggregate).

SE NON SONO A CASA

Qualora l’utenza sia solitamente assente in orario lavorativo è possibile affidare l’espletamento di questa attività ad una persona incaricata (familiare, vicino, collaboratore).

Nel caso gli operatori non trovino né l’utenza, né una persona autorizzata, faranno un secondo tentativo di contatto; non fosse sufficiente lasceranno nella buca delle lettere un avviso con indicazione di un numero di telefono, dedicato, da chiamare per programmare lo svolgimento dell’attività.

L’operazione di censimento e taggatura è obbligatoria per tutte le utenze.

Le utenze che avranno contenitori privi del nuovo transponder si presumerà che li espongano ad ogni passaggio di raccolta, a partire dall’anno 2022, con un conseguente significativo aumento dei costi della tariffa rifiuti. Inoltre, i contenitori privi di transponder potranno essere ritirati senza ulteriore avviso.

USARE CORRETTAMENTE IL NUOVO SISTEMA

L’obiettivo di questo cambiamento è associare agli utenti i rifiuti non riciclabili prodotti.

Per questo motivo è necessario non confondere i propri contenitorI con quelli di altri. Per rendere identificabili i propri contenitori con facilità si suggerisce di apporre un segno di riconoscimento (es. scritte in pennarello indelebile, adesivi, ecc.).

Le utenze non domestiche non potranno più usare un contenitore dell’indifferenziato in comune con le domestiche, ma dovranno averlo in uso esclusivo.

Il Consorzio Covar 14 al termine dell’attività pubblicherà sul proprio sito una procedura che permetterà a ciascuno di verificare l’abbinamento dei contenitori alla propria utenza.

In caso di chiusura della posizione TARI si raccomanda di darne comunicazione al Consorzio Covar 14, nelle modalità indicate.

Questa è la fase preparatoria all’avvio della tariffazione puntuale rifiuti (TARIP). Seguiranno nei prossimi mesi altre informazioni di maggiore dettaglio. Tutte le comunicazioni saranno pubblicate sul sito www.covar14.it/TARIP 

Certi della Vostra collaborazione, invitiamo ciascuno a porre la maggior attenzione possibile per minimizzare i rifiuti nel loro complesso, e svolgere una corretta raccolta differenziata.

Per maggiori informazioni telefonare al numero 011.96.98.699.

 

Allegati

Comunicato stampa

Numeri di telefono

Tarip Bruino

Tarip Candiolo

Tarip Piobesi

Tarip Trofarello

Tarip Villastellone

Tarip Vinovo